Gli altri 4 zampe

Uno dei primi cagnetti con cui ho stretto amicizia è PABLO.IMG_0161

Piccolo, pelo corto bianco e nero, musetto un po’ schiacciato, sembra un pupazzo!

Sin dal mio arrivo, mi è sempre stato attaccato, mi annusava, mi leccava di continuo, mi stuzzicava per giocare… ha il suo bel caratterino, nonostante le dimensioni ridotte.

Tuttora, mi tocca prenderla persa quando giochiamo e vedo che comincia a “drizzare il pelo” sulla schiena e a mostrarmi i dentini!

C’è poi BILLY, suo fratello, e dall’aspetto non si direbbe proprio.

DCIM101GOPRO

Taglia piccola, marroncino, col pelo talmente lungo da coprirgli le zampine, e le sue orecchie sempre belle dritte all’insù. Lui mangia di continuo ed è buffo perché si avvicina spesso ai “nonni”, o a chi trova in giro, per mostrare il suo trofeo (di solito un crostino di pane), dondolando su sé stesso.

Dimenticavo, lui è detto anche il “cacciatore di topini e lucertole” perché quando i “nonni” fanno i loro lavoretti fuori, tra la legna e il giardino, lui è lì pronto a fiutare eventuali animaletti e a stanarli dai loro nascondigli!

Passiamo poi al cocco dei “nonni”, PEDRO, il cane terremotato.

IMG-20160211-WA0009

E’ nato nel maggio 2012 a Scortichino, un paese colpito da questa calamità naturale.

E’ un cagnetto bianco con delle macchie marroni (di cui una sulla schiena a forma della testa di MICKEY MOUSE!), permaloso e brontolone.

Quando siamo in casa dei “nonni” sdraiati sotto al tavolo e qualcuno, senza volere, gli sfiora una zampa, comincia col suo brontolio… E quando viene poi ripreso per qualche suo malanno, sembra parlare come per ribattere e poi sparisce per un po’!

Continuiamo con MACCHIA, il nonno del gruppo.

DCIM101GOPRO

E’ il cane più anziano, un piccolo meticcio bianco a macchie sparse in giro, grigie e marroncine e ha una grande energia. Nelle nostre scampagnate non manca mai e vuole sempre andare a stanare le “foleghine” nello stagno.

La “mamma” mi ha raccontato che quando è nato era talmente piccolo da stare in una mano, e tutti lo davano per spacciato, ma con la sua grinta e la voglia di vivere ha superato le avversità del suo percorso ed è un grande insegnamento per tutti noi.

Arriviamo al mio nemico JERRY, che al mio arrivo non è stato molto cordiale, e più volte ha cercato di aggredirmi.

Foto0014

E’ un meticcio nero e beige, sembra un piccolo lupetto ed è anche carino…

Vuole sempre le coccole dalla mia “mamma”, sarà anche per questo che siamo gelosi uno dell’altro…

Spesso si sdraia a pancia in su e spinge le zampette anteriori verso l’alto, in modo buffo, e quando lo vedono la “mamma” o il “papà” dicono: “Mani al cielo, Jerry!”

Finiamo con CAMPIONE, un piccolo meticcio beige che vive in simbiosi con la CORA (la cagnona gigante degli “zii”, di cui vi ho parlato al mio arrivo).

E’ molto dispettoso e poco affettuoso rispetto agli altri compagni, a volte mi abbaia contro in segno di sfida, ma io lo lascio perdere perché non ne vale la pena…

Penso che stia sempre con la CORA perché si sente protetto da lei e perché forse ne è anche innamorato!

Come avrete capito, siamo dei bei soggetti e ognuno di noi ha il suo carattere, pregi e difetti, proprio come voi umani. Al giorno d’oggi noi cani siamo considerati veri e propri membri della famiglia che ci accoglie ed è un reciproco dare e avere, in maniera vera e sincera. Chi di voi ha la fortuna di vivere con un animale sa di cosa sto parlando…

Più avanti ci sarà l’arrivo di ACHILLE (che comincerà a raccontarvi di lui) e della LUNA, l’ultima arrivata. Ma visto che mancano ancora un po’ di anni, proseguiamo con le mie avventure…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...