COMPORTAMENTO CON LE PERSONE

LEO : come avrete capito, abbiamo due caratteri diversi, anche se in alcuni atteggiamenti Achille mi prende come esempio e mi copia spudoratamente.

Io sono uscito parecchie volte con la “mamma” e col “papà” e ho avuto modo di vivere diverse esperienze, da cui ho avuto insegnamento.

Ho incontrato vari tipi di persone e ci sono determinate caratteristiche di cui tengo conto.

IL TONO DELLA VOCE influisce davvero tanto: non mi piace quando è troppo alto e fastidioso, questo ostacola l’approccio che si potrebbe altrimenti creare.

Mi sento a disagio quando mi trovo in questa situazione, perché sento di non potermi fidare e di conseguenza non mi lascio avvicinare e tiro fuori il mio lato sospettoso.

LA GESTICOLAZIONE è molto importante, mi spavento se una persona che incontro o che viene a casa fa movimenti bruschi e improvvisi, o se vuole accarezzarmi a tutti i costi.

Siamo noi ad avvicinarci per primi, se siamo incuriositi da una persona, se sentiamo i sentimenti che questa prova per noi quattrozampe, potendoci così fidare.

LA PAURA NEI NOSTRI CONFRONTI dovuta a traumi subiti o ad insegnamenti sbagliati, la percepiamo all’istante.

Siamo sempre ritenuti colpevoli, quando capita che uno dei miei simili morda o si ribelli nei confronti di un proprio familiare, piuttosto di quando cerchiamo di proteggervi da un attacco altrui o dai ladri che vogliono entrare nella vostra casa. (In questi casi diventiamo degli eroi).

Se abbiamo determinati atteggiamenti un motivo ci sarà…

Se voi stessi ci picchiate, ci maltrattate, ci urlate contro, ci tenete legati ad una corda, in cattività, è la nostra unica arma di difesa, per sopravvivere alla delusione che ci avete dato e perché non possiamo più fidarci di voi…

E se ci disturbate mentre dormiamo, ci tirate la coda o altre cose stupide, non lamentatevi se poi reagiamo di conseguenza…

Se invece un nostro familiare è in pericolo o minacciato da qualcuno, è nostro istinto intervenire e proteggere fino alla fine, perché noi sacrifichiamo la nostra stessa vita per voi…

IL VOSTRO ODORE, così diverso a seconda del vostro stato di salute, del vostro sesso, della vostra età… e annusandovi riusciamo a percepire questo e ben altro.

Quando la “mamma” e il “papà” hanno incontri con altri bau e tornano a casa, lo sento subito e li “sniffo” per bene!

Così come quando non sono in forma o hanno dei pensieri, cerco di stare loro vicini, facendomi fare le coccole ( in realtà poi sono io a farle a loro, facendo capire che sono lì a disposizione per risollevarli e per trasmettere l’aiuto che posso dare loro).

IL VOSTRO CARATTERE E IL MODO IN CUI VI PONETE NEI NOSTRI CONFRONTI, ci colpiscono molto.

Come dite voi umani, quando sentite che a pelle la tal persona non vi piace o non vi convince del tutto… anche noi abbiamo questo senso che ci fa scegliere le persone con cui instaurare un rapporto e quelle da lasciare proprio perdere.

Io di mio sono abbastanza riservato come cane, ma può capitare che mi lasci strapazzare di coccole da una persona che vedo per la prima volta, se sento la sua sincerità nel volerlo fare, se la situazione in cui ci troviamo è tranquilla, senza rumori forti o distrazioni e se nei suoi occhi percepisco la bontà e la curiosità di volermi conoscere senza pretendere nulla…

C’è anche da dire che non sono stato addestrato, e, a parte gli amici con cui vivo a casa, non frequento altri miei simili. Tutto questo ovviamente influisce e mi rende differente dai cani abituati ad uscire al parco quotidianamente, che incontrano gli stessi con cui giocare e fare amicizia, e da quelli portati fuori a passeggio che sono abituati a trovarsi in mezzo alle persone, alla confusione e a situazioni completamente diverse dalle mie.

D’ altra parte ognuno di noi è unico e diverso da tutti gli altri, proprio come voi umani!

ACHILLE: è vero, lo ammetto… Leo è il mio punto di riferimento, come un fratellone e da lui sto imparando tanto. C’è da dire che sono ancora un cucciolo dentro e non molto serio come cane! Ho il musetto buffo, dicono… Quando usciamo fanno i complimenti ad entrambi, ma di Leo si innamorano quasi tutti, per la sua eleganza e maestosità. Di me dicono che sono carino, simpatico ed è capitato che mi abbiano scambiato per una cagnetta, forse per il guinzaglino rosa che avevo…

Rispetto a Leo sono uscito di meno, ma già qualche esperienza da ricordare la condividiamo!

Sono molto curioso in generale e quando passeggiamo, a differenza di Leo che non tira e mantiene un’andatura tranquilla, io strattono spesso perché mi muovo di continuo, annuso il terreno, mi fermo a fare pipì e così via…

Se incontriamo altri cani il mio istinto è quello di farmi sentire e comincio a ringhiare in tono minaccioso (ci provo, ma secondo voi sono credibile…) ma sempre tenendomi a una buona distanza! So che Leo mi proteggerebbe, per quello mi atteggio un po’!!!

Per quanto riguarda l’incontro di altre persone dipende, invece.

Quando arriva qualche sconosciuto a casa abbaio in maniera insistente assieme a tutta la squadra, con la mia amica Luna vicina che è proprio una cagnetta da guardia, e non la ferma nessuno.

Se invece arriva qualcuno che conosciamo diamo il benvenuto, sempre abbaiando, ma in maniera tranquilla e accogliente. Se poi questo qualcuno è una persona che vediamo spesso o che ci piace lo aspettiamo appena scende dalla macchina e ci facciamo coccolare e fare tanti complimenti.

Vi abbiamo accennato gli “zii acquisiti”, li consideriamo come una grande famiglia allargata, che vediamo sempre volentieri!

Alcuni li frequentiamo di più, altri di meno (dipende dai luoghi d’incontro, dalla stagione e dalla temperatura, dalla distanza di alcuni)…

Partiamo con la zia Salvietta (Letizia), battezzata così perché una sera che era a casa nostra il rito della nostra salviettina è toccato a lei e l’ha fatto in modo molto amorevole! Ci coccola sempre e ci strapazza ogni volta che ci vede!

LEO: all’inizio della nostra conoscenza stavo un po’ sulle mie e non mi facevo avvicinare, poi col tempo ho capito che potevo fidarmi e mi sono lasciato andare!

Anche la zia Gaia è molto coccolosa quando ci vede! Ci sono poi la zia Alice, sempre dolce e affettuosa nei nostri confronti, che ci vizia col cibo e con tanti bei massaggini rilassanti e lo zio Michael che è soprannominato l’uomo dei wurstel (più volte ce ne da dei pezzettini quando prendono la pizza a casa nostra).

ACHILLE: arriva lo zio che mi adora e che nutre una gran simpatia nei miei confronti, forse perché siamo simili come carattere… lo zio Albi! Chiede sempre di me quando vede la “mamma” e il “papà”… Con lo zio Raffo, che si è trasferito in questi anni, abbiamo avuto modo di rimanere in contatto tramite le videochiamate con la “mamma” e col “papà” e quando torna in Italia lo vediamo sempre volentieri!

LEO: ogni tanto ci vengono a trovare anche la zia Marti (che è perdutamente innamorata di me e dice sempre che mi vuole sposare!) con lo zio Stefano e la zia Vani.

Io ho avuto modo di conoscere anche gli zii Pole, Biccio, Ricky, Serena e Nicole, Achille al momento solo lo zio Pole che è passato a casa nostra a trovare il “papà”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...